Digitalizzazione e sostenibilità sembrano due temi apparentemente slegati eppure quando parliamo di digitale riguarda assolutamente il nostro futuro. Di fronte a noi, stanno infatti le scelte per costruire un mondo che si incammini verso scelte più consapevoli e rispettose del pianeta dove viviamo. La digitalizzazione delle imprese nel 2020, ad esempio, è uno degli obiettivi primari dell’evoluzione tecnologica che ha subito un’accelerazione repentina soprattutto negli ultimi tempi. Ora si parla di tecnologie sostenibili, ma che cosa è la sostenibilità digitale? Prima di tutto coltivare le opportunità di una cambiamento e far si che ciò possa rappresentare un’innovazione in senso positivo anche per le generazioni future.

Sostenibilità digitale

Per portare il mondo su un sentiero di sviluppo sostenibile dal punto di vista economico, sociale, ambientale e istituzionale servono tre ingredienti fondamentali: tecnologia, governance e cambiamento di mentalità”. 

Perchè la sostenibilità non può fare a meno della trasformazione digitale, Stefano Epifani

Stefano Epifani , docente di Internet Studies in Sapienza, Università di Roma, ha da poco pubblicato il suo libro “Perchè la sostenibilità non può fare a meno della trasformazione digitale”: nelle sue pagine il digitale diventa lo strumento per costruire un vero e proprio futuro sostenibile. 

Tecnologia e sostenibilità oggi sono sostenute insieme da un unico filo invisibile ma soprattutto sono lo specchio del futuro e del cambiamento, in cui bisogna credere. D’altronde l’obiettivo dei Paesi Ue – e quindi anche dell’Italia – per il futuro è quello di trasformarsi in un’economia climaticamente neutra ove insistere su nuove fonti rinnovabili ed efficienza energetica. La sostenibilità ha un peso che è destinato a crescere ed in egual modo il mondo digitale.

Digitalizzazione e Sostenibilità digitale: un’opportunità di scelta

Secoil il manifesto per la Sostenibilità digitale, “la trasformazione digitale sviluppa un cambiamento su persone, ambiente, società, cultura, economia. Contribuire alla definizione della direzione di tale cambiamento è una responsabilità comune”. In questo senso l’operato dei decision maker deve essere quindi orientato a favorire il massimo sviluppo tecnologico in un quadro interpretativo che – senza frenare il progresso – lo orienti in una direzione compatibile e strumentale ad un mondo sostenibile”.

E’ nello spirito della vera e propria innovazione creare con le nuove idee soluzioni nuove a vecchi problemi: oggi con la digitalizzazione le imprese si trovano non solo a dover affrontare nuove sfide ma a massimizzare le risorse per favorire l’innovazione. Vedi Economia circolare.

Oggi – e nei prossimi anni – ci troviamo di fronte a molte più sfide tra cui quella della sostenibilità ambientale, ma anche economica e sociale. “Per farlo” come scrive Epifani “i Governi, le Istituzioni, le aziende e le singole persone dovranno comprendere il ruolo del digitale. E capire come sfruttarlo”.