Expo Dubai 2020 Italia: mentre cresce l’attesa per l’evento che è stato spostato al 1° Ottobre 2021, otto scrittori hanno raccontato la bellezza e celebrato i valori della partecipazione italiana.

Tra i primi a comporre la serie di 8 saggi sul Corriere della Sera, il Premio Strega Emanuele Trevi. I saggi hanno il compito di raccontare i temi che ispireranno l’Italia all’Esposizione: Bellezza, Creatività, Esperienza, Architettura, Talento, Linguaggio, Competenza, Innovazione.

Tra gli altri scrittori: il Premio Pulitzer Jhumpa Lahiri, i Premi Strega Alessandro Piperno e Sandro Veronesi, Camilla Baresani, Leonardo Colombati, Valerio Magrelli e Veronica Raimo.

“La Bellezza unisce le Persone” – il claim del Padiglione Italia – è il principio che anima la partnership tra Molly Bloom e il Commissariato per la partecipazione del nostro Paese a Expo Dubai e si articolerà in un’ampia gamma di iniziative che abbracceranno tutto il semestre espositivo.

Leggi la news su Ansa

Expo Dubai 2020 Italia: i temi e i sottotemi

Expo 2020 Dubai è l’Esposizione Universale che si terrà negli Emirati Arabi Uniti – e per la prima volta in un paese arabo e più precisamente nell’area ME.NA.SA. (Medio Oriente, Nord Africa, Asia meridionale) – dal 1 ottobre 2021 al 31 marzo 2022 e alla quale parteciperanno circa 200 paesi.

Tra i temi e i sottotemi le opportunità per i singoli e le comunità, la possibilità di creare un futuro migliore; la mobilità, con i sistemi innovativi per la logistica, il trasporto e e la comunicazione di persone, beni e idee; non poteva mancare la sostenibilità parallelamente ad accessibilità e resilienza delle risorse ambientali, energetiche e idriche.

Il padiglione Italia invece è appunto “un’architettura ideata per mettere in scena con creatività e innovazione “la bellezza che unisce le persone”. Il progetto è firmato da Carlo Ratti, Italo Rota, Matteo Gatto e F&M Ingegneria”.

Leggi anche: San Marino Dubai: la promozione della Repubblica quale meta turistica